Menu
A+ A A-

Perito Industriale in Telecomunicazioni.Radioamatore.

Ha iniziato la sua carriera lavorativa come progettista elettronico nel privato e in seguito, dopo aver vinto un concorso pubblico, ha frequentato la Scuola Superiore del Ministero delle Poste e Telecomunicazioni diventando Revisore Tecnico in ponti radio presso l’Azienda di Stato per i servizi telefonici a Bologna.

Ora è un tecnico della TIM Telecomitalia S.p.a. addetto alla manutenzione dei cavi telefonici e alle fibre ottiche.

Amante della natura e delle sue perfette leggi è socio del WWF.

Ha studiato le tecniche orientali legate alla Medicina Tradizionale Cinese e in particolare ha svolto la professione di Operatore Professionale di Shiatsu.

In seguito si è dedicato allo studio della Radioestesia della Radionica e delle Geopatie, frequentando diverse scuole e insegnanti.

I nuovi studi hanno gettato le basi per ulteriori ricerche e in special modo sui Crop Circles sulle Acque Vibrazionali e sui dispositivi di Pier Luigi Ighina.

Da oltre tre anni porta avanti in Italia diversi esperimenti paralleli, sul silenziamento sismico con un dispositivo di sua ideazione, chiamato Valvola Antisismica Radionica a Torre, ottenendo risultati ottimi.

I risultati delle sue ricerche sono pubblicati sul sito Faenzashiatsu e sulla pagina personale di Facebook.

Socio dell’associazione Bendandiana, è stato membro del Consiglio Direttivo con l’incarico di seguire il funzionamento dei sismografi dell’Osservatorio.

Questa nuova esperienza in casa museo Raffaele Bendandi è servita a gettare  le basi per iniziare nuove ricerche con un gruppo di studiosi per addivenire alla comprensione delle cause scatenanti  dei sismi più pericolosi e di cercare i precursori al fine di ridurre il rischio sismico.

 

DALLA VALVOLA DI IGHINA ALLE VALVOLE RADIONICHE
CONFRONTO E BILANCIO DOPO OLTRE TRE ANNI DI SPERIMENTAZIONE

Relatore Per.Ind. Gian Domenico Marchi
Cercatore Olistico Radiestesista

Pier Luigi Ighina, applicando gli insegnamenti di Gugliemo Marconi, realizzò un apparecchio per ridurre i terremoti, che volgarmente fu chiamato “Valvola antisismica”. Alla sua morte nel 2004, tale dispositivo fu smantellato dalla sua abitazione. Alcuni suoi collaboratori divulgarono alcuni progetti per la costruzione di un dispositivo similare. Ho avuto modo di studiare la valvola originale riassemblata e altre copie. Sono arrivato alla conclusione che questi dispositivi non sono altro che macchine Radioniche. Nel mondo tutto vibra ed è connesso, ogni oggetto e forma irradiano informazioni. Da queste osservazioni ho sviluppato la Valvola Radionica a Torre, autocostruibile, semplice, poco costosa, molto efficace,  capace di silenziare i sismi, di attenuare le onde sismiche ricevute e di testarla oltre che con i metodi della Radioestesia anche con dati statistici ottenibili tramite gli archivi INGV.

http://www.faenzashiatsu.it/